amministrazione-trasparente-smallRiordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni (Decreto Legislativo n.33 del 14 marzo 2013); le sezioni, le sottosezioni e i relativi paragrafi sono quelli previsti dalla legge, ma numerose voci non sono presenti nell’Istituto (es. quelle che riguardano le Pubbliche Amministrazioni territoriali come le Province e i Comuni, e che non trovano corrispondenza nell’ambito dell’istruzione pubblica). Per il Piano Triennale per la Prevenzione della corruzione le scuole della Provincia di Bolzano fanno riferimento al relativo documento provinciale.

Responsabile della trasparenza: il Dirigente Scolastico.

Si ricorda che l’utilizzo dei dati per cui è prevista la libera fruizione, ribadita dal D. Lgs. 33/2013, è possibile solo ai sensi del D.Lgs. 196/2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali” – Legge sulla Privacy), modificato dal D. Lgs. 101/2018, e del regolamento UE 2016/679.

Nei casi in cui l’utilizzo di tali dati fosse necessario, si deve chiedere il consenso all’interessato per la pubblicazione.

Sottosezioni

  1. Disposizioni generali
  2. Organizzazione
  3. Consulenti e collaboratori
  4. Personale
  5. Bandi di concorso
  6. Performance
  7. Enti controllati
  8. Attività e procedimenti
  9. Provvedimenti
  10. Controlli sulle imprese
  11. Bandi di gara e contratti
  12. Sovvenzioni,contributi, sussidi, vantaggi economici
  13. Bilanci
  14. Beni immobili e gestione patrimonio
  15. Controlli e rilievi sull’amministrazione
  16. Servizi erogati
  17. Pagamenti dell’amministrazione
  18. Opere pubbliche
  19. Pianificazione e governo del territorio
  20. Informazioni ambientali
  21. Strutture sanitarie private accreditate
  22. Interventi straordinari e di emergenza
  23. Altri contenuti

1. Disposizioni generali

A. Programma triennale per la Trasparenza e l’Integrità

B. Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) 2021-2023

C. Rapporto di Autovalutazione

Il processo di valutazione, definito dal SNV, inizia con l’autovalutazione.
Lo strumento che accompagna e documenta questo processo è il Rapporto di autovalutazione (RAV).
Il rapporto è composto da più dimensioni ed è aperto alle integrazioni delle scuole per cogliere la specificità di ogni realtà senza riduzioni o semplificazioni eccessive. Il rapporto fornisce una rappresentazione della scuola attraverso un’analisi del suo funzionamento e costituisce inoltre la base per individuare le priorità di sviluppo verso cui orientare il piano di miglioramento.

D. Atti generali
D.1) Normativa nazionale:

D.2) Normativa provinciale in materia scolastica:

D.3) Circolari

D.3.1) Circolari del Dirigente

D.3.2) Circolari della Sovrintendenza Scolastica

D.4) Codici di condotta dei dipendenti

D.4.1) Codice di comportamento dei dipendenti pubblici DPR 62/2013
D.4.2) Ordinamento disciplinare amministrazione provinciale
            Codice di comportamento per il personale della Provincia di Bolzano

E. Oneri informativi per cittadini e imprese

Ritorna all’indice delle sottosezioni


2.Organizzazione

A. Organi di indirizzo politico-amministrativo

Normativa di riferimento:

Legge provinciale 20/1995 – Organi collegiali delle istituzioni scolastiche
Legge provinciale 12/2000 – Autonomia delle scuole
Delibera della Giunta provinciale 2523/2003 – Statuto dello studente e della studentessa

A.1) Dirigenza

Dirigente scolastica dott.ssa Gabriella Kustatscher (Incarico)
Vicaria prof.ssa Valeria Scalet (Incarico)

Le competenze del dirigente scolastico

A.2) Consiglio d’Istituto

Il consiglio di istituto è costituito da quattordici componenti, di cui sei rappresentanti del personale insegnante (una/uno dei quali rappresentante dei docenti di seconda lingua), sei rappresentanti dei genitori degli alunni, la/il dirigente scolastica/o e la/il responsabile amministrativa/o, che rappresenta, anche, gli interessi del personale amministrativo della scuola.

Le competenze del Consiglio d’Isituto

          • ai sensi dell’art. 7 della LP 20/1995 – Organi collegiali delle istituzioni scolastiche
          • ai sensi del DPP 38/2017 – Regolamento relativo alla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche a carattere statale e provinciale della Provincia autonoma di Bolzano

A.3) Collegio docenti

Il collegio dei docenti è composto dal personale insegnante di ruolo e non di ruolo in servizio nell’istituzione scolastica ed è presieduto dalla/dal Dirigente scolastica/o. Fanno altresì parte del collegio gli insegnanti tecnico-pratici e gli insegnanti di arte applicata. Alle sedute del collegio dei docenti possono partecipare, senza diritto di voto, anche gli assistenti ed educatori per gli alunni portatori di handicap. Possono essere altresì invitati a partecipare alle sedute del collegio dei docenti, senza diritto di voto, il Presidente del consiglio di circolo o di istituto, il presidente del comitato dei genitori ed il presidente del comitato degli studenti.

A.4) Consiglio di classe

Il consiglio di classe è formato dai docenti di ogni singola classe e da due rappresentanti dei genitori nonché, nelle scuole secondarie di secondo grado, da due rappresentanti degli studenti. Il consiglio è presieduto dal dirigente scolastico o dal suo vicario o da un insegnante della classe delegato dal dirigente scolastico. Alle sedute del consiglio di classe partecipano, senza diritto di voto, anche gli assistenti ed educatori di soggetti portatori di handicap.

A.5) Comitato dei genitori

In ciascuna istituzione scolastica è istituito il comitato dei genitori. Il comitato è composto dai rappresentanti dei genitori eletti nei consigli di classe.

A.6) Comitato degli studenti

Negli istituti di istruzione secondaria di secondo grado è istituito il comitato degli studenti. Il comitato è composto dai rappresentanti degli studenti eletti nel consiglio di classe.

A.7) Organo di garanzia

L’organo di garanzia delle scuole secondarie superiori è composto, oltre che dalla/dal dirigente scolastica/o, da almeno una/un rappresentante dei genitori, una/un rappresentante delle studentesse/degli studenti e da una/un rappresentante delle/dei docenti. Gli organi di garanzia sono presieduti da una/un rappresentante dei genitori.

B. Sanzioni per mancata comunicazione dei dati
Sezione non applicabile alle scuole.

C. Rendiconti gruppi consiliari regionali/provinciali
Sezione non applicabile alle scuole.

D. Articolazione degli uffici

E. Telefono e posta elettronica

Telefono: 0471-283406
Posta elettronica istituzionale: itc.bolzano@scuola.alto-adige.it
Posta elettronica certificata (PEC): is.battisti.bolzano@pec.prov.bz.it

Ritorna all’indice delle sottosezioni


3. Consulenti e collaboratori

Incarichi a dipendenti e soggetti privati

Incarichi conferiti a consulenti e collaboratori esterni alla pubblica amministrazione

Ritorna all’indice delle sottosezioni


4. Personale

A. Incarichi amministrativi di vertice
Voce non prevista nelle scuola

B. Dirigenza
Il Dirigente scolastico è la dott.ssa Gabriella Kustatscher
Dirigenti scolastici Scuole secondarie di II grado statali e paritarie

Pubblicazioni ai sensi dell’art. 14 D.Lgs 33/2013

C. Posizioni organizzative
La funzione di docente vicario è svolta dalla prof.ssa Valeria Scalet
I collaboratori sono i proff. Delgrossi, Largajolli, Zanchettin e Inguanta

D. Dotazione organica
Sezione i cui dati verranno elaborati e pubblicati centralmente in collaborazione con l’Ufficio Organizzazione della Provincia, competente per gli obblighi dell’amministrazione provinciale e con la Ripartizione Personale. Amministrazione Trasparente (Rete Civica).

E. Personale non a tempo indeterminato
Sezione i cui dati verranno elaborati e pubblicati centralmente in collaborazione con l’Ufficio Organizzazione della Provincia, competente per gli obblighi dell’amministrazione provinciale e con la Ripartizione Personale. Amministrazione Trasparente (Rete Civica).

F. Tassi di assenza
Sezione in elaborazione

G. Incarichi conferiti e autorizzati ai dipendenti
Sezione in elaborazione

H. Contrattazione collettiva
Contrattazione collettiva

I. Contrattazione integrativa d’Istituto
Contratti decentrati

L. Organismo Indipendente di Valutazione
Sezione non applicabile alle scuole

Ritorna all’indice delle sottosezioni


5. Bandi di concorso

L’Istituto non pubblica autonomamente bandi di concorso.

Ritorna all’indice delle sottosezioni


 

6. Performance

Personale provinciale
Circolare del Direttore Generale n. 1 del 20.01.2004 – Valutazione delle prestazioni, progressione economica, premi di produttività ed aumenti individuali di stipendio per il personale provinciale di ruolo generale

Personale scolastico
Circolare del Direttore Generale n. 3 del 12.09.2003 – Valutazione delle prestazioni, progressione economica, premi di produttività ed aumenti individuali di stipendio per il personale provinciale nell’ambito delle scuole, incluse le scuole materne

Personale docente
Il premio di produttività è regolato dall’art. 27 del testo unico dei contratti collettivi provinciali del 23 aprile 2003. L’ammontare complessivo del fondo destinato a tale scopo è stato definito dal CCP del 13 giugno 2013 in 4.700.000 euro annui, più ulteriori 200.000 euro riservati all’incentivazione dell’insegnamento dell’inglese nelle scuole primarie. Il fondo è distribuito tra i docenti dalla/dal Dirigente scolastica/o, in quote attribuite con differenziazione individuale sulla base di criteri definiti d’intesa con la RSU di ciascuna istituzione scolastica.
In caso di mancata costituzione della RSU, valgono i criteri definiti in sede di contrattazione decentrata con le Intendenze scolastiche.
Il premio di produttività viene corrisposto annualmente in un’unica soluzione nel mese di luglio o di agosto e spetta a tutto il personale docente con contratto a tempo indeterminato e determinato, incluso il personale assente per malattia, astensione obbligatoria per maternità e distacco sindacale retribuito, come pure al personale utilizzato dalla Provincia. Il premio di produttività assegnato alla/al singola/o docente, escluso il premio individuale per l’insegnamento dell’inglese, non può superare l’importo di 1.400 euro. Il premio di produttività può essere negato o ridotto in caso di non sufficiente produttività portata a conoscenza del personale interessato per iscritto nel corso dell’anno scolastico o in caso di sanzioni disciplinari. Il relativo provvedimento è adottato su parere conforme del Comitato di valutazione.
Contratto di Istituto sulla distribuzione dei premi di produttività

A. Piano della Performance
B. Relazione sulla Performance
C. Ammontare complessivo dei premi
D. Dati relativi ai premi
E. Benessere organizzativo

Ritorna all’indice delle sottosezioni


7. Enti controllati

A. Enti pubblici vigilati
B. Società partecipate
C. Enti di diritto privato controllati
D. Rappresentazione grafica

Nessuna di queste sezioni è applicabile alle scuole.

Ritorna all’indice delle sottosezioni


8. Attività e procedimenti

A. Dati aggregati attività amministrativa
Le informazioni della presente sezione sono in fase di elaborazione

B. Tipologie di procedimento
Sezione i cui dati in forma di docuumento con la descrizione dei processi lavorativi dell’Amministrazione scolastica verranno elaborati e pubblicati centralmente dall’Ufficio Organizzazione della Provincia, competente per gli obblighi dell’amministrazione provinciale.

Amministrazione Trasparente (Rete Civica)

C. Monitoraggio tempi procedimentali (con scadenze di procedimenti e adempimenti)Le informazioni della presente sezione sono in fase di elaborazione

D. Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d’ufficio dei dati
Le informazioni della presente sezione sono in fase di elaborazione

Ritorna all’indice delle sottosezioni


9. Provvedimenti

A. Provvedimenti organi indirizzo-politico

A.1 Lista delle delibere del Consiglio d’Istituto
Le informazioni della presente sezione sono in fase di elaborazione

B. Provvedimenti dirigenti

B.1 Lista dei provvedimenti del Dirigente scolastico

Ritorna all’indice delle sottosezioni


10. Controlli sulle imprese

A. Elenchi dei controlli, degli obblighi e degli adempimenti
Sezione non applicabile alle scuole.

Ritorna all’indice delle sottosezioni


11. Bandi di gara e contratti

A. Bandi di gara pubblicati all’Albo e archivio dei bandi

B. Esiti dei bandi e contratti pubblicati all’Albo (anno in corso e archivio)

C. Contratti collaborazione esterna

D. Programmazione biennale e triennale

Ritorna all’indice delle sottosezioni


12. Sovvenzioni,contributi, sussidi, vantaggi economici

A. Criteri e modalità
Le informazioni della presente sezione sono in fase di elaborazione

B. Atti di concessione
Le informazioni della presente sezione sono in fase di elaborazione

Ritorna all’indice delle sottosezioni


13. Bilanci

 

Anno 2022

  • Relazione illustrativa al budget esercizi 2022-2023 –

Anno 2021

  • Budget esercizi 2021-2023 –
  • Relazione illustrativa al budget esercizio 2021 –
  • Relazione illustrativa al budget 2021-2022 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul budget esercizi 2021-2023 –

Anno 2020

  • Budget esercizi 2020-2022 –
  • Relazione illustrativa al budget esercizio 2020 –
  • Relazione illustrativa al budget 2020-2021 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul budget esercizi 2020-2022 –
  • Bilancio esercizio 2020 –
  • Nota integrativa al bilancio esercizio 2020 –
  • Relazione illustrativa al bilancio esercizio 2020 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2020 –

Anno 2019

  • Budget esercizi 2019-2021 –
  • Relazione illustrativa al budget esercizio 2019 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul budget esercizi 2019-2021 –
  • Bilancio esercizio 2019 –
  • Nota integrativa al bilancio esercizio 2019 –
  • Relazione illustrativa al bilancio esercizio 2019 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2019 –

Anno 2018

  • Budget esercizi 2018-2020 –
  • Relazione illustrativa al budget esercizio 2018 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul budget esercizi 2018-2020 –
  • Bilancio esercizio 2018 –
  • Nota integrativa al bilancio esercizio 2018 –
  • Relazione illustrativa al bilancio esercizio 2018 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2018 –

Anno 2017

  • Budget esercizio 2017 –
  • Relazione illustrativa al budget esercizio 2017 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul budget esercizio 2017 –
  • Budget economico 2017 –
  • Budget investimenti 2017 –
  • Bilancio esercizio 2017 –
  • Nota integrativa bilancio esercizio 2017 –
  • Relazione illustrativa al bilancio esercizio 2017 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2017 –

Anno 2016

  • Bilancio di previsione 2016 –
  • Relazione accompagnatoria al bilancio di previsione esercizio 2016 –
  • Bilancio consuntivo esercizio 2016 –
  • Relazione illustrativa al bilancio esercizio 2016 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2016 –

Anno 2015

  • Bilancio di previsione 2015 –
  • Relazione accompagnatoria al bilancio di previsione esercizio 2015 –
  • Bilancio consuntivo esercizio 2015 –
  • Relazione illustrativa al bilancio esercizio 2015 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2015 –

Anno 2014

  • Bilancio di previsione 2014 –
  • Relazione accompagnatoria al bilancio di previsione esercizio 2014 –
  • Bilancio consuntivo esercizio 2014 –
  • Relazione illustrativa al bilancio esercizio 2014 –

Anno 2013

  • Bilancio di previsione 2013 –
 
Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio
 

Non è prevista alcuna pubblicazione, in attesa dell’emanazione da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze del decreto attuativo di definizione del piano degli indicatori per gli enti strumentali degli enti territoriali che adottano la contabilità economico – patrimoniale.
Si riporta quanto indicato al riguardo nel sito del MEF:
l’articolo 18-bis del decreto legislativo n. 118 del 2011 prevede che le Regioni, gli enti locali e i loro enti ed organismi strumentali, adottino un sistema di indicatori semplici, denominato “Piano degli indicatori e dei risultati attesi di bilancio” misurabili e riferiti ai programmi e agli altri aggregati del bilancio, costruiti secondo criteri e metodologie comuni. In attuazione di detto articolo, sono stati emanati due decreti, del Ministero dell’economia e delle Finanze (decreto del 9 dicembre 2015, pubblicato nella GU n.296 del 21-12-2015 – Suppl. Ordinario n. 68) e del Ministero dell’interno (decreto del 22 dicembre 2015), concernenti, rispettivamente, il piano degli indicatori per:

le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano (allegati 1 e 2) e i loro organismi ed enti strumentali in contabilità finanziaria (Allegati 3 e 4);

gli enti locali (allegati 1 e 2) e i loro organismi ed enti strumentali in contabilità finanziaria (Allegati 3 e 4).

Con successivi decreti sarà definito il piano degli indicatori degli enti strumentali degli enti territoriali che adottano solo la contabilità economico patrimoniale.

 

Ritorna all’indice delle sottosezioni


14. Beni immobili e gestione patrimonio

A. Patrimonio immobiliare
L’edificio sede dell’Istituto è di proprietà della Provincia Autonoma di Bolzano.Il consegnatario è il Dirigente Scolastico dott.ssa Gabriella Kustatscher.

B. Canoni di locazione o affitto
Sezione non applicabile alle scuole.

Ritorna all’indice delle sottosezioni


15. Controlli e rilievi sull’amministrazione

Le pubbliche amministrazioni pubblicano, unitamente agli atti cui si riferiscono, i rilievi non recepiti degli organi di controllo interno, degli organi di revisione amministrativa e contabile e tutti i rilievi ancorché recepiti della Corte dei conti, riguardanti l’organizzazione e l’attività dell’amministrazione o di singoli uffici.

  • Relazione e parere di regolarità contabile sul budget esercizi 2021-2023 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul budget esercizi 2020-2022 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul budget esercizi 2019-2021 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul budget esercizi 2018-2020 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul budget esercizio 2017 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2020 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2019 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2018 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2017 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2016 –
  • Relazione e parere di regolarità contabile sul bilancio esercizio 2015 –

Ritorna all’indice delle sottosezioni


16. Servizi erogati

A. Carta dei servizi e standard di qualità

B.Costi contabilizzati

C. Tempi medi di erogazione dei servizi

D. Liste di attesa

Sezione non applicabile alle scuole.

Ritorna all’indice delle sottosezioni


17. Pagamenti dell’amministrazione

A. Indicatore di tempestività dei pagamenti

Pubblicazione ai sensi del DPCM del 22/09/2014

Fatture e documenti validi ai fini fiscali sono di norma pagati entro 30 giorni dal ricevimento del documento stesso (protocollo d´ingresso).

B. Pagamenti informatici

Ritorna all’indice delle sottosezioni


18. Opere pubbliche

L’Istituto non è proprietario degli edifici in cui ha sede e non appalta opere pubbliche: il proprietario e manutentore delle strutture è la Provincia Autonoma di Bolzano.

Ritorna all’indice delle sottosezioni


19. Pianificazione e governo del territorio

Sezione non applicabile alle scuole. L’Istituto non opera in tale ambito.

Ritorna all’indice delle sottosezioni


20. Informazioni ambientali

L’Istituto non è proprietario degli ambienti in cui opera: il proprietario e manutentore delle strutture è la Provincia Autonoma di Bolzano esso si occupa di tutti gli obblighi ambientali.

L’Istituto redige il DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) dell’edificio.

Ritorna all’indice delle sottosezioni


21. Strutture sanitarie private accreditate

Sezione non applicabile alle scuole. L’Istituto non opera in tale ambito.

Ritorna all’indice delle sottosezioni


22. Interventi straordinari e di emergenza

Sezione non applicabile alle scuole. L’Istituto non opera in tale ambito.

Ritorna all’indice delle sottosezioni


23. Altri contenuti

A. Accesso civico

Con l’art. 5 del D. Lgs. 33/2013 è stato introdotto l’accesso civico. Questa disposizione prevede che i documenti, le informazioni e i dati che non siano stati pubblicati dalle pubbliche amministrazioni ai sensi della normativa vigente (fra cui, in primis, lo stesso decreto 33/2013), possano essere richiesti da chiunque, in qualsiasi momento, gratuitamente e senza che sia necessario motivare la richiesta.

L’istanza di accesso va presentata al dirigente scolastico, quale responsabile della trasparenza dell’Istituto di Istruzione Secondaria di II Grado “Cesare Battisti”.

Eventuali proposte per la pubblicazione di ulteriori contenuti nella sezione “Amministrazione trasparente” possono essere inoltrate al seguente indirizzo e-mail itc.bolzano@scuola.alto-adige.it.

Ritorna all’indice delle sottosezioni


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *