Potenziamento linguistico al MUSEION

28 alunni e alunne del triennio, selezionati fra le eccellenze, hanno partecipato il 13 aprile  al laboratorio linguistico  presso il Museion “QUESTO È CIÒ IN QUI CREDO”: giochi linguistici critici ed ironici all’interno delle mostre INSTALLATION ART&IRMA BLANK.

Il gruppo si è cimentato in giochi linguistici stimolati dai lavori e dalla installazioni di tre artisti, che sono stati lo spunto per la formulazione e contestualizzazione di concetti e idee. L’obiettivo del percorso è infatti di sviluppare un approccio personale e divertente alle lingue, tedesco e inglese, a partire da esperienze concrete. Le attività proposte dal percorso multilingue mirano esplicitamente all’attivazione di processi linguistico individuali.

Gli alunni inizialmente si sono confrontati con la sobrietà compositiva dei lavori su carta dell’artista Irma Blank (Celle 1934). Le opere che, ad un primo sguardo, sembrano testi fittamente scritti, sono state private della parola. Ciò che rimane non sono solo linee e gesti, ma è tutta l’essenza dell’artista ad essere trasposta in un nuovo codice semantico, quello del “silenzio”. Allo stesso tempo gli alunni hanno cancellato e trasformato un testo dando vita ad un nuova forma espressiva e ad un nuovo genere poetico……tutto ciò usando la lingua inglese. L’installazione spaziale e verbale dell’artista Robert Barry (New York, 1936) ha offerto lo spunto per l’attività linguistica successiva: una serie di concetti che l’artista espone sulla volta della scala di accesso alle sale che sono formulati e contestualizzati dai nostri studenti. Infine, la terza tappa è stata rappresentata dall’incontro con l’opera calpestabile dell’artista polacco Miroslaw Balka (Varsavia, 1958). Quali associazioni di pensieri mette in atto nei ragazzi l’esperienza fisica di attivare un’opera che è mobile e pesante?

Gli alunni e le alunne hanno riportato un feedback molto positivo: con un percorso linguistico interessante hanno potuto approfondire e ampliare il lessico, usando la lingua inglese in modo diverso da quello del contesto scolastico, per esprimere sentimenti, considerazioni, riflessioni e valutazioni.

Molti i complimenti ricevuti per l’attiva partecipazione durante il percorso.