Learning & Working Weeks

Il percorso di alternanza scuola-lavoro per le classi terze, iniziato lo scorso anno in collaborazione con la Würth S.R.L. – G.M.B.H. di Egna, prosegue anche in questo mese di giugno con attività formative ed operative che, coinvolgendo tutti gli alunni delle terze, si propongono di accrescere la motivazione allo studio, di guidare gli studenti nella scoperta delle vocazioni personali, degli interessi e degli stili di apprendimento individuali, arricchendo la formazione scolastica con l’acquisizione di competenze maturate “sul campo”.

Per quest’ultimo periodo di scuola l’ITE, offendo nuovi stimoli all’apprendimento, ha fatto proprie metodologie didattiche multiformi per garantire agli studenti un “vantaggio competitivo” rispetto ad una formazione riferita al solo contesto teorico.

Le possibilità offerte ai ragazzi sono varie.

1. Alternanza Scuola Lavoro in Germania e Gran Bretagna dove gli studenti hanno l’opportunità di svolgere un’attività di tirocinio formativo e contemporaneamente di potenziare la lingua straniera entrando in contatto con realtà lavorative di diverso genere.

IMG-20170616-WA0042IMG_8812

2. Alternanza Scuola Lavoro a Bolzano e provincia con l’inserimento in aziende, di differenti settori, per realizzare un organico collegamento dell’istituzione scolastica con il mondo del lavoro, favorire l’orientamento, scoprire le strategie di mercato e sviluppare competenze spendibili in un futuro lavorativo.

3. Progetto “Cittadinanza attiva”– Fondazione UPAD: “Un pacchetto di momenti di approfondimento teorico ed esperienze pratiche intorno ai temi del diritto, dell’economia e delle attività che possano far conoscere agli studenti tematiche che li toccano da vicino, in quanto cittadini altoatesini e nel contempo europei. Il format abbina lezioni con esperti di istituzioni diverse del territorio ed esperti messi a disposizione dalla Fondazione, dal Movimento Universitario Altoatesino e dall’associazione Ascolto Giovani. Il pacchetto prevede otto mezze giornate di formazione teorico-pratica da svolgersi presso la sede UPAD e parzialmente presso sedi esterne in accordo con i promotori dell’iniziativa. L’ultimo incontro vedrà la restituzione in plenaria di quanto realizzato nelle due settimane in gruppo come testimonianza da tenere agli atti”. Il coordinamento sarà a cura della prof.ssa Francamaria Carriglio, Presidente del Movimento Universitario Altoatesino e, per anni, stimata ed apprezzata docente di Diritto ed Economia Politica del “Cesare Battisti”. Si ringraziano il Presidente della Fondazione UPAD dottor Claudio Vidoni, la dottoressa Elena D’Addio con i suoi collaboratori Beppe Mora e Stefano Zuliani per la disponibilità dimostrata e l’impegno profuso per la realizzazione del progetto.

Il coordinamento delle varie attività è stato curato dalle docenti Sonia Guerra, Immacolata Torino e Roberta Gastaldon per l’estero.

WP_20170609_08_13_30_Pro WP_20170609_08_08_50_Pro WP_20170609_08_14_41_Pro WP_20170609_08_08_27_Pro

foto Battisti finale